DOCUMENTAZIONE PERMISSIVA

La direzione di costruzione è una delle più antiche. Sin dai tempi antichi, abbiamo conosciuto i fatti della costruzione di vari edifici e strutture. Alcuni di loro sono sopravvissuti secoli e millenni e sono sopravvissuti fino ad oggi.

In effetti, è un grande valore poter vedere con i propri occhi qualcosa che è stato costruito molto tempo fa e senza attrezzature, programmazione e conoscenze speciali.

Il campo delle costruzioni durante il suo lungo periodo di sviluppo e funzionamento è stato soggetto a regolamentazione legale. Inizialmente, queste erano le norme del diritto consuetudinario e in seguito le disposizioni legali a noi note.

Allo stesso tempo, questo settore è uno dei più interessanti e complessi. Qui, oltre agli aspetti legali, sono strettamente intrecciate conoscenze e regole fondiarie, ingegneristiche-architettoniche, socioeconomiche e di altro tipo.

Nel nostro tempo di totale urbanizzazione, la regolamentazione legale dell’ottenimento dei permessi di costruzione e della loro messa in servizio è diventata piuttosto acuta.

E qui non si parla solo di rispetto della lettera della legge e dei regolamenti edilizi statali. La situazione è molto più profonda: nella regolazione del caos, negli stili degli edifici, nelle reti ingegneristiche (rimaste non ricostruite per anni) e negli snodi di trasporto.

D’accordo sul fatto che i moderni grattacieli si distinguono in modo abbastanza strano e non troppo esteticamente tra l’area storica della città nel mezzo di autentici edifici austriaci a tre piani.

Pertanto, è importante seguire tutte le regole e i regolamenti stabiliti durante la costruzione. Consideriamo qual è la prima e principale cosa quando si intende costruire un edificio a più piani, che secondo la classe delle conseguenze appartiene alla SS2.

  1. Terra.

Quando si sceglie un appezzamento di terreno per lo sviluppo, è necessario condurre un esame legale completo di esso. La cosiddetta “Due Diligence del lotto di terreno”, che rivelerà tutti i rischi, fornirà una stima del valore di un tale oggetto per il prossimo acquisto o investimento in un tale progetto.

Inoltre, lo scopo principale qui è lo scopo del terreno, al fine di poter costruire l’oggetto edilizio desiderato in vista del piano regolatore esistente, della zonizzazione, del piano dettagliato e di altra documentazione urbanistica.

Non dimenticare la corretta registrazione dei diritti fondiari (conclusione di un contratto di vendita o contratto di superficie).

  1. Condizioni e vincoli urbanistici.

Rappresentano un insieme di requisiti progettuali e architettonici per la progettazione e la costruzione. L’M&O include dati sul tipo di costruzione, informazioni di base sul cliente, se lo scopo e lo scopo funzionale del terreno corrisponde alla documentazione urbanistica a livello locale; altezza massima consentita (in metri), densità edilizia, distanze minime dall’oggetto pianificato alle linee rosse, linee di regolamento edilizio, edifici e strutture situati su appezzamenti di terreno adiacenti, zone protette di trasporto, comunicazione, comunicazioni e reti di ingegneria, nonché per quanto riguarda il miglioramento del terreno, il suo paesaggio.

Sono forniti dagli enti autorizzati all’urbanistica e all’architettura sulla base della documentazione urbanistica e sono approvati con delibera del comitato esecutivo dell’autorità locale competente per l’autogoverno.

  1. Specifiche.

Sono molto importanti, perché determinano l’insieme delle condizioni e dei requisiti per il supporto ingegneristico dell’oggetto da costruzione, che deve corrispondere alle sue dimensioni calcolate per l’approvvigionamento idrico e il drenaggio, il calore, l’elettricità e il gas, l’illuminazione esterna, il drenaggio delle acque piovane e le telecomunicazioni .

Per ottenere tali condizioni, è necessario contattare i servizi locali che sono responsabili della fornitura di tali servizi.

I punti discussi sopra sono i dati iniziali. Dopo averli ricevuti, è necessario sviluppare un’attività di progettazione e contattare l’organizzazione del progetto per lo sviluppo e la produzione del progetto.

  1. Documentazione di progetto.

È un complesso di materiali testuali e grafici approvati che determinano soluzioni urbanistiche, urbanistiche, architettoniche, costruttive, tecniche, tecnologiche, nonché stime di oggetti da costruzione. È sviluppato da aziende il cui personale include persone con l’apposito certificato di qualificazione.

  1. Competenza del progetto.

Anche la documentazione di progetto deve essere esaminata. La perizia (con allegati) conferma che la documentazione è stata sviluppata nel rispetto dei requisiti della normativa urbanistica.

  1. Conclusione del contratto con l’appaltatore generale.

Deve trattarsi di un’impresa in possesso di autorizzazione all’esecuzione di lavori edili, ottenuta secondo la procedura prevista dalla legge.

  1. Conclusione di contratti, ordini d’autore e supervisione tecnica.

Tali contratti sono conclusi con aziende o singoli imprenditori che devono anche essere muniti di attestato di qualificazione attestante.

Dopo aver ricevuto tutti questi documenti, puoi richiedere un permesso di costruzione.

Nei nostri prossimi articoli, ci concentreremo su ciascuno di questi punti in modo più dettagliato.

[contact-form-7 404 "Not Found"]