RACCOLTA DI ALIMENTI DALL’ESTERO. RACCOMANDAZIONI E AZIONI PRATICHE

La riscossione degli alimenti diventa spesso un problema doloroso per gli ex coniugi. Il problema è particolarmente complicato se il pagatore di alimenti risiede stabilmente all’estero, è straniero o ha la doppia cittadinanza.

C’è un malinteso sul fatto che sia praticamente impossibile raccogliere alimenti da uno straniero o da una persona che vive all’estero. Ma la legislazione nazionale, numerosi trattati legali internazionali, la pratica giudiziaria sviluppata dimostrano il contrario.

In generale, è possibile distinguere tre opzioni per la riscossione di alimenti da un debitore residente all’estero, ognuna delle quali ha le proprie peculiarità giuridiche in attuazione.

Il primo passo per avviare il meccanismo di riscossione degli alimenti dall’estero sarà scoprire se è stato concluso un accordo internazionale sulla fornitura di assistenza legale tra l’Ucraina e lo Stato in cui vive il debitore e se questo Stato è parte della Convenzione sulla raccolta di alimenti all’estero. Il metodo e l’ordine di raccolta degli alimenti dipenderanno da questo.

PROCEDURA EXTRAGIUDIZIALE

Nel caso di un dialogo tra i genitori, il modo migliore per risolvere la questione della riscossione degli alimenti è una risoluzione pacifica della controversia e la conclusione di un accordo di mantenimento dei figli. Un tale accordo ti consente di risolvere il problema esistente abbastanza rapidamente, evita faticosi procedimenti giudiziari a lungo termine e soddisfa al meglio gli interessi del bambino.

Raccomandiamo, al momento della conclusione di tale contratto, di prescrivere l’obbligo di adempiere all’obbligazione alimentare fornendo al figlio un bene immobile o adempiendo l’intera obbligazione in un’unica soluzione. Cioè, non utilizzare collegamenti a pagamenti mensili o di altro tipo, obblighi sistematici, perché ciò complicherà notevolmente il processo di pagamento degli alimenti in futuro.

Si noti che nel caso in cui il debitore sia cittadino ucraino e si rechi all’estero per la residenza permanente in uno stato con il quale l’Ucraina non ha un accordo sulla fornitura del gratuito patrocinio, è obbligato a pagare in anticipo tutto il mantenimento dei figli.

Sì, il padre (madre) che parte deve presentare all’autorità passaporti del luogo di residenza permanente in Ucraina un documento che confermi l’adempimento degli obblighi alimentari – una dichiarazione autenticata che i destinatari degli alimenti non hanno requisiti per la raccolta degli alimenti pagamenti o una copia autenticata della risoluzione dell’esecutore testamentario dello stato al termine del procedimento di esecuzione (se la riscossione degli alimenti è stata effettuata secondo una decisione del tribunale).

LA DECISIONE DEL TRIBUNALE UCRAINO SULLA RISCOSSIONE DEGLI ALIMENTI

Le disposizioni della legge dell’Ucraina “Sul diritto internazionale privato” consentono ai tribunali ucraini di prendere in considerazione casi di recupero di alimenti da cittadini stranieri, se l’attore ha un luogo di residenza in Ucraina.

Al fine di rafforzare ulteriormente la decisione del tribunale ucraino all’estero, è preferibile formulare le richieste nella domanda di recupero degli alimenti in forma monetaria solida e non in una quota (forma percentuale).
Dopo aver ricevuto la decisione del tribunale ucraino e aver acquisito forza legale, deve essere riconosciuta nel territorio dello stato in cui risiede il debitore. Dopotutto, sarà impossibile eseguirlo in Ucraina a causa dell’assenza della proprietà del debitore (se è davvero assente).

Per fare ciò, è necessario presentare la decisione del tribunale ricevuta insieme alla domanda e istanza per il suo riconoscimento e l’esecuzione, aggiungendo all’istanza uno specifico elenco di documenti, all’amministrazione territoriale della giustizia nel luogo di registrazione dell’attore. Tutti i documenti sono presentati con una traduzione nella lingua del paese in cui devono essere eseguiti.

Il rappresentante dell’amministrazione territoriale della giustizia trasmette gli atti ricevuti all’organo competente di un Paese estero per la sua esecuzione. Tuttavia, va tenuto conto del fatto che non tutte le decisioni dei tribunali ucraini possono essere riconosciute da un altro Stato e saranno soggette a esecuzione.

LA DECISIONE DI UN TRIBUNALE STRANIERO SULLA RISCOSSIONE DEGLI ALIMENTI

Il terzo modo per riscuotere alimenti all’estero è rivolgersi al tribunale di un paese straniero e ottenere una decisione, che sarà eseguita direttamente nel luogo di residenza del debitore o dove si trova la sua proprietà.

Questo metodo può essere utilizzato quando non esiste una decisione del tribunale ucraino di riscuotere alimenti dal convenuto che vive all’estero, quando la risoluzione di tali controversie viene effettuata in conformità con la legislazione di un paese straniero nel luogo di residenza del convenuto , quando è necessario risolvere la questione dell’aumento dell’importo degli alimenti, nonché nei casi in cui non vi è alcun accordo sull’assistenza legale tra paesi, il che rende impossibile eseguire la decisione del tribunale ucraino sul territorio di uno straniero stato.
È possibile rivolgersi al tribunale di un Paese estero attraverso l’amministrazione territoriale della giustizia nel luogo di registrazione dell’esattore.

In tal caso, viene presentata all’amministrazione territoriale della giustizia una domanda per la risoluzione della questione della riscossione degli alimenti basata sulla Convenzione sulla riscossione degli alimenti all’estero e una domanda per la riscossione degli alimenti insieme a un pacchetto di documenti giustificativi pertinenti . L’intero pacchetto di documenti deve essere tradotto nella lingua del paese in cui verranno ritirati gli alimenti e certificati ufficialmente.

Inoltre, l’amministrazione territoriale della giustizia trasferisce il pacchetto completo degli atti all’organo competente del paese in cui risiede il debitore, per l’esame della domanda nel merito e la riscossione degli alimenti in caso di risoluzione della questione a favore degli alimenti collettore. L’ente territoriale del Ministero della Giustizia è tenuto ad informare regolarmente il richiedente sullo stato di avanzamento dell’esame del caso da parte dell’ente autorizzato di un paese estero.

Questo metodo è il migliore tra gli altri meccanismi giudiziari per la raccolta degli alimenti. Questa opzione riduce il tempo procedurale impiegato dall’attore quando passa attraverso il riconoscimento della decisione del tribunale ucraino, riduce il numero di documenti che devono essere presentati a diverse istanze e riduce notevolmente i costi, perché di fatto la controversia sarà ridotta a un processo in un tribunale.

La riscossione degli alimenti da un debitore che risiede stabilmente all’estero o è cittadino di un altro stato è un processo difficile e solitamente lungo (può richiedere più di un anno).

Quando si sceglie l’uno o l’altro metodo di riscossione degli alimenti per un bambino, è necessario tenere conto di un elenco di fattori significativi: il paese di residenza del pagatore degli alimenti, l’esistenza di un accordo internazionale tra l’Ucraina e lo stato di residenza del debitore , la presenza o l’assenza di beni del debitore sul territorio dell’Ucraina, se questi lavora all’estero, circostanze oggettive in cui si trova il figlio stesso, la sua età e le sue esigenze, ecc.

In generale, ad oggi, la legislazione dei nostri trattati statali e internazionali, di cui l’Ucraina è parte, consentono di risolvere questioni relative alla responsabilità genitoriale per il mantenimento dei figli, indipendentemente dalla cittadinanza e dal luogo di residenza di genitori e figli.

Anastasia Belikova
, assistente legale – partner della pratica
di rappresentanza legale di
JSC “Bachynskyi and partners”
Nataliya Zhemanova

[contact-form-7 404 "Not Found"]