OTTENERE LO STATUS DI RIFUGIATO O PERSONA CHE NECESSITA DI PROTEZIONE AGGIUNTIVA/TEMPORANEA SUL TERRITORIO DELL’UCRAINA

У 2002 році Україна приєдналась до Конвенції про статус біженців 1951 року та Протоколу щодо статусу біженців 1967 року. Так, Україна надає захист іноземним громадянам і особам без громадянства, які його шукають на її території. Втім, через специфіку процедури, необхідно ознайомитись із національним законодавством у цій сфері заздалегідь.

Nel 2002, l’Ucraina ha aderito alla Convenzione del 1951 relativa allo status dei rifugiati e al Protocollo del 1967 relativo allo status dei rifugiati. Sì, l’Ucraina fornisce protezione ai cittadini stranieri e agli apolidi che la cercano sul suo territorio. Tuttavia, a causa delle specificità della procedura, è necessario familiarizzare in anticipo con la legislazione nazionale in materia.

LEGISLAZIONE SULL’OTTENIMENTO DELLO STATUS DI RIFUGIATO

Oltre alla Convenzione e al Protocollo, gli atti normativi che regolano la procedura per il riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva/temporanea sul territorio dell’Ucraina includono:

  • La legge dell’Ucraina “Sui rifugiati e le persone bisognose di protezione aggiuntiva o temporanea” (di seguito la legge dell’Ucraina);
  • Ordinanza del Ministero degli Affari Interni dell’Ucraina sull’approvazione delle Regole per l’esame delle domande e la preparazione dei documenti necessari per risolvere la questione del riconoscimento come rifugiato o persona che necessita di ulteriore protezione, perdita e privazione dello status di un rifugiato e protezione aggiuntiva e annullamento della decisione di riconoscere una persona come rifugiato o bisognoso di protezione aggiuntiva.

QUAL È LA DIFFERENZA TRA UN RIFUGIATO E UNA PERSONA CHE NECESSITA DI PROTEZIONE AGGIUNTIVA/TEMPORANEA SUL TERRITORIO DELL’UCRAINA.

Secondo la legge dell’Ucraina:

Un rifugiato è una persona che non è cittadina ucraina e, a causa dei fondati timori di essere vittima di persecuzioni per motivi di razza, religione, nazionalità, cittadinanza (cittadinanza), appartenenza a un determinato gruppo sociale o convinzioni politiche , si trova al di fuori del Paese di cittadinanza e non può beneficiare della protezione di tale Paese o non desidera avvalersi di tale protezione a causa di tali timori, oppure, non avendo cittadinanza (nazionalità) ed essendo fuori dal Paese di precedente residenza permanente, non è in grado o non vuole tornarvi a causa di detti timori;

Una persona che necessita di protezione aggiuntiva è una persona che non è un rifugiato ai sensi della Convenzione relativa allo status dei rifugiati del 1951 e del Protocollo relativo allo status dei rifugiati del 1967 e della legge, ma ha bisogno di protezione perché tale persona è stata costretta a venire in Ucraina o rimanere in Ucraina a causa di una minaccia alla sua vita, sicurezza o libertà nel suo paese di origine a causa del timore della pena di morte o dell’esecuzione di una sentenza di morte o tortura, trattamento inumano o degradante o punizione o violenza diffusa in situazioni di conflitto armato interno o internazionale o violazione sistematica dei diritti della persona e non è in grado o non vuole tornare in tale paese a causa di detti timori;

Le persone che necessitano di protezione temporanea sono gli stranieri e gli apolidi che sono costretti in massa a cercare protezione in Ucraina a causa di aggressioni esterne, occupazione straniera, guerra civile, scontri su base etnica, disastri naturali o causati dall’uomo o altri eventi che turbare l’ordine pubblico in una certa parte o in tutto il territorio del paese di origine.

Criteri per determinare lo status di rifugiato

  • Rimanere fuori dal paese di origine;
  • Presenza di paure ragionevoli;
  • Una persona è vittima di persecuzioni* basate su razza, religione, nazionalità, cittadinanza (nazionalità), appartenenza a un determinato gruppo sociale o convinzioni politiche.

*Le persecuzioni sono violazioni dei diritti umani e delle libertà fondamentali, che includono direttamente:

  • Libertà dalla schiavitù e dalla servitù;
  • Libertà dalla tortura o da trattamenti, trattamenti e punizioni crudeli, disumani o degradanti;
  • Libertà da arresti, detenzioni o deportazioni arbitrarie;
  • Libertà di pensiero, coscienza e religione;
  • Libertà da interferenze irragionevoli nella sua vita personale e familiare, ecc.

Pertanto, se una persona non soddisfa i criteri previsti dalla normativa per il riconoscimento come rifugiato , ma c’è una minaccia alla sua vita, sicurezza o libertà nel paese di origine a causa del timore della pena di morte o dell’esecuzione di un condanna a morte o tortura, dignità inumana o degradante, trattamento o punizione o violenza diffusa in situazioni di conflitto armato interno o internazionale o violazione sistematica dei diritti umani e non è in grado o non vuole tornare in tale paese a causa di detti timori, può richiedere protezione supplementare .

LA PROCEDURA PER OTTENERE LO STATUS DI RIFUGIATO IN UCRAINA

Se il richiedente protezione soddisfa i criteri previsti dalla legislazione ucraina per il riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva, deve:

  • Quando si attraversa il confine, contattare i rappresentanti del Servizio statale della guardia di frontiera dell’Ucraina con il messaggio che è un richiedente protezione.

Funzionari del Servizio statale della guardia di frontiera, quando una persona richiede protezione ai sensi dell’Ordine del Ministero degli affari interni dell’Ucraina n. 772 del 10.08.2016: fornire a tale persona un modulo di domanda di riconoscimento come rifugiato o persona che necessita di ulteriore protezione .

Nella domanda di protezione scritta, oltre al motivo della domanda di protezione, sono indicati anche i seguenti dati: cognome, nome e, se disponibile, patronimico del richiedente, estremi di un passaporto o altro documento di identità (in mancanza di uno, sono indicati i motivi e le circostanze per cui è stato smarrito), cittadinanza/nazionalità, paese di residenza permanente, luogo, ora e modalità di attraversamento del confine di stato dell’Ucraina, informazioni sui familiari del richiedente, data della sua completamento. Questa domanda è firmata dal richiedente o dal suo rappresentante legale, traduttore (se coinvolto).

Se il richiedente protezione è analfabeta o ha disabilità fisiche che gli rendono impossibile presentare una domanda di persona, su sua richiesta, la domanda può essere presentata da un’altra persona e vi viene inserita una voce corrispondente.

I funzionari del DPS dell’Ucraina, in caso di ricorso per protezione di una persona, sono obbligati a:

spiegare al richiedente protezione la procedura per richiedere protezione in conformità con la legislazione ucraina;

fornire informazioni sull’ubicazione e sui recapiti dell’ente territoriale più vicino del Ministero dell’Interno, presso il quale il richiedente protezione può richiedere protezione per iscritto;

ingaggiare un interprete se necessario.

  • Entro cinque giorni lavorativi, presentare domanda al Servizio statale per la migrazione dell’Ucraina per il riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva.

Tale domanda è presentata personalmente da uno straniero o da un apolide alla divisione territoriale del Ministero dell’Interno nel luogo di soggiorno temporaneo del richiedente.

Alla domanda di riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di ulteriore protezione devono essere allegati:

  • documenti attestanti l’identità del richiedente;
  • documenti e materiali che possano essere la prova delle condizioni per il riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva.

Nel caso in cui il richiedente non sia in possesso di documenti comprovanti la sua identità , il suo cognome, nome, patronimico e altri dati che lo riguardano, prima di stabilirne l’identità, sono registrati presso la sua direzione, che è annotata nel foglio di registrazione della persona e una voce corrispondente è fatta su una domanda di riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva.

Servizio statale per la migrazione dell’Ucraina:

  1. registra una domanda di riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva e presenta i documenti;
  2. informa il richiedente della procedura per prendere una decisione sulle domande, i diritti e gli obblighi della persona nei confronti della quale è stata presa la decisione di preparare i documenti per risolvere la questione del riconoscimento come rifugiato o bisognoso di protezione aggiuntiva;
  3. effettua una scansione delle impronte digitali di una persona che ha presentato domanda di riconoscimento come rifugiato o persona che necessita di ulteriore protezione;
  4. se necessario, invia una persona a un esame per determinare l’età secondo la procedura stabilita dalla legislazione dell’Ucraina;
  5. compila un modulo di registrazione per una persona che ha chiesto il riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva e i suoi familiari che non hanno compiuto il diciottesimo anno di età;
  6. compila altri documenti necessari;
  7. prepara un fascicolo personale;
  8. chiarisce la procedura per richiedere la prestazione del gratuito patrocinio ai sensi della legge che disciplina la prestazione del gratuito patrocinio;
  9. ! rilascia al richiedente un certificato di domanda di protezione in Ucraina e registra il richiedente.

Entro quindici giorni lavorativi dalla data di registrazione della domanda, il DMS conduce un colloquio con il richiedente, esamina le informazioni fornite nella domanda e altri documenti, richiede ulteriori informazioni e prende una decisione sul trattamento dei documenti per risolvere il problema di riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva, o sul rifiuto di rilasciare documenti per risolvere la questione specificata.

Nel caso di una decisione sul trattamento dei documenti per risolvere la questione del riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva, il DMS estende il periodo di validità del certificato di domanda di protezione in Ucraina .

In caso di decisione di rifiuto al trattamento degli atti per risolvere la questione del riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di ulteriore protezione, il Servizio statale per la migrazione, entro tre giorni lavorativi dal giorno della sua accettazione, invia il richiedente o il suo rappresentante legale una comunicazione scritta che indichi il motivo del rifiuto e spieghi la procedura di ricorso contro tale decisione .

  • Entro due mesi dalla data della decisione sul trattamento degli atti per risolvere la questione del riconoscimento di rifugiato o di persona bisognosa di ulteriore protezione, il Servizio statale per la migrazione valuta la domanda di riconoscimento di rifugiato o di persona bisognosa di protezione aggiuntiva. Il termine del corrispettivo può essere prorogato da un funzionario autorizzato del Ministero dell’Interno dell’Ucraina, su richiesta motivata del dipendente che sta esaminando la domanda, ma non oltre tre mesi .

Un dipendente del Servizio statale per la migrazione conduce colloqui con il ricorrente, che mirano a rivelare ulteriori informazioni necessarie per valutare l’autenticità dei fatti denunciati dal ricorrente o dal suo rappresentante legale.

Il Servizio di sicurezza dello Stato, insieme agli organi del Servizio di sicurezza dell’Ucraina, effettua un controllo delle circostanze, in presenza delle quali il richiedente non può essere riconosciuto come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva.

Anche in questa fase, il Centro medico statale invia una persona che ha presentato domanda di riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di ulteriore protezione per una visita medica, che si svolge secondo la procedura determinata dall’organo esecutivo centrale , che assicura la formazione della politica statale nel campo dell’assistenza sanitaria.

Sulla base dei risultati di uno studio completo e della valutazione di tutti i documenti e materiali che possono provare le condizioni per il riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva, il Servizio statale per la migrazione dell’Ucraina decide sul riconoscimento come rifugiato o persona che necessita di protezione aggiuntiva , o in caso di rifiuto del riconoscimento un rifugiato o una persona che necessita di protezione aggiuntiva .

In caso di decisione di rifiuto , il funzionario autorizzato, entro sette giorni lavorativi dal giorno della sua ricezione , invia o consegna alla persona nei confronti della quale è stata presa la decisione specificata, una comunicazione scritta in cui espone i motivi del rifiuto e spiega la procedura per impugnare tale decisione. Il certificato di richiesta di protezione in Ucraina continua se la persona fa ricorso contro tale decisione.

  • Uno straniero o un apolide è riconosciuto come rifugiato in Ucraina o persona bisognosa di protezione aggiuntiva , ed è considerato residente permanente in Ucraina dal momento della decisione di riconoscerlo come rifugiato, o che soggiorna in il territorio dell’Ucraina a tempo indeterminato per motivi legali.

La decisione è trasmessa entro tre giorni lavorativi dal giorno della sua adozione, unitamente al fascicolo personale del richiedente, ai funzionari autorizzati di questo organo esecutivo centrale che hanno esaminato la domanda.

  • Entro 15 giorni lavorativi dalla data di adozione della decisione sul riconoscimento come rifugiato o persona bisognosa di protezione aggiuntiva, il Servizio statale per la migrazione rilascia e rilascia a ogni persona una carta di rifugiato o una carta di persona bisognosa di protezione aggiuntiva che ha raggiunto l’età di sedici anni .

Tale certificato è rilasciato per un periodo di cinque anni.

Inoltre, una persona riconosciuta come rifugiato e una persona bisognosa di protezione aggiuntiva che abbia compiuto i sedici anni hanno diritto a ricevere un titolo di viaggio per viaggiare all’estero .

[contact-form-7 404 "Not Found"]